Red Essence

La Panigale bicilindrica si rinnova profondamente: cambia nome, diventando Panigale V2, guadagna un’estetica completamente nuova e un’elettronica raffinata grazie all’utilizzo della Piattaforma Inerziale e diventa ancora più performante e sicura nell’uso sportivo, quanto sfruttabile e godibile per l’utilizzo stradale, grazie a una sella pilota più confortevole e al setup rivisto delle sospensioni. 

Il suo nome comunica agli amanti dei bicilindrici di Borgo Panigale che il modello è spinto dal Superquadro da 955 cm³.

Sintesi perfetta tra potenza ed eleganza

La nuova Panigale V2 è una moto muscolosa ma compatta, dal disegno essenziale e dai profili decisi che trasmettono potenza, senza perdere l’eleganza tipica delle supersportive Ducati

La Panigale V2 si distingue anche per l’adozione del forcellone monobraccio in alluminio, segno distintivo di ogni sportiva Ducati di alta gamma. La vestizione della moto ha superfici estese, cucite morbidamente attorno al raffinato telaio Monoscocca, che mettono in risalto gli ingombri più contenuti del bicilindrico Superquadro rispetto a quelli del Desmosedici Stradale.

Il frontale è dominato dalle due ampie prese d’aria di alimentazione che integrano nella parte superiore il proiettore full-LED, in ombra rispetto ai condotti. Le nuove prese d’aria anteriori si raccordano al layout del sistema di aspirazione esistente tramite condotti di nuovo disegno che, a parità di portata, hanno una perdita di pressione inferiore rispetto ai precedenti, migliorando l’efficienza dell’aspirazione.

Il proiettore è ridotto nei volumi con il preciso scopo di trasformare, soprattutto a moto spenta, la vista dei condotti in due “enormi bocche” dal look minaccioso. Inferiormente le prese d’aria sono delimitate da due profili pensati per accelerare il flusso d’aria in ingresso. Il proiettore full-LED è composto dalla luce diurna (Daytime Running Light) che disegna un profilo a doppio ciglio, che segna la parte superiore delle prese d’aria, oltre che da due compatti moduli sempre a LED che svolgono le funzioni di anabbagliante e abbagliante

Carena a “doppio layer”

La carena ha una configurazione a “doppio layer”, ovvero prevede una carena principale che si estende verso l’alto, abbracciando idealmente il serbatoio attraverso due spalle muscolose, e una in secondo piano che svolge anche la funzione di estrattore dell’aria

La soluzione a “doppio layer” ripropone la pulizia tipica delle moto sportive Ducati, da sempre caratterizzate dall’eleganza delle loro carenature estese. Inferiormente la carenatura è integrata visivamente con il silenziatore collocato sotto al motore che termina con una singola uscita laterale posta sul lato destro dalle dimensioni estremamente compatte.

Perfetto Stile Ducati

La coda è realizzata in un telaietto a traliccio rivestito da gusci in plastica che, partendo dal cilindro verticale, termina nel codino, il cui disegno alare si ispira alle forme di uno spoiler automobilistico

Il codino integra il fanale full-LED che copia la forma ad ala: è realizzato in un pezzo unico ma illuminato in due parti distinte, secondo la tradizione delle sportive Ducati. La Panigale V2 è proposta nella tradizionale colorazione integrale Rosso Ducati in abbinamento ai cerchi a 5 razze a Y di colore nero.